La nostra storia

Il 25 agosto 2005, con atto notarile, 6 giovani appassionati si riunivano per dare vita a quello che sarebbe stato il primo “Museo in movimento”.

Nacque così l’”Associazione FITRAM” per la conservazione del Trasporto Pubblico – Museo di La Spezia.

L’obiettivo era fare si un museo dei Trasporti, ma un museo in movimento, con veicoli, sia autobus che filobus, tram e perfino treni che restaurati, funzionanti e che potessero trasportare persone come facevano in servizio regolare.

Lo statuto contemplò fin da subito parecchie attività, tra cui anche l’implementazione del settore modellistico, nonchè del settore della fotografia e la raccolta e l’esposizione di documenti che caratterizzano gli scopi sociali.

Nel giro di pochi mesi l’associazione raccoglie un considerevole numero di iscritti, entusiasti per l’idea di un museo dinamico.

Nasce il logo, simbolo di Associazione FITRAM.

Un logo complesso e significativo allo stesso tempo: lo stemma sociale raggruppa alcuni dei più significativi simboli del Trasporto Pubblico Italiano: le Ali d’Angelo, simbolo universale del trasporto pubblico, la ruota automobilistica e quella ferrata, rispettivamente simboli del trasporto su gomma e su ferro, e poi ancora i fulmini del trasporto elettrico e l’ancora di quello navale.

L’autunno del 2005 è intenso, il gruppo si alterna in riunioni, cene ed incontri.

Inizia l’organizzazione del primo evento della FITRAM, un convegno sul trasporto pubblico a La Spezia.

Tra una folla di appassionati, studiosi, politici, vertici aziendali e semplici curiosi, intervenuti nella sala conferenze della CAMeC di La Spezia, il 10 febbraio 2006, l’associazione FITRAM, con il patrocinio dei comuni di La Spezia e di Portovenere, della provincia della Spezia e della Regione Liguria, in stretta collaborazione con ATC, commemora i 100 anni della nascita della filovia spezzina.

Nello stesso giorno giungeva da Livorno il primo autobus di proprietà del Museo FITRAM, un Monocar Menarini 1221 su meccanica FIAT 409 A, autobus urbano di medie dimensioni in circolazione in molte città italiane dalla metà degli anni 70. Importante acquisizione in quanto il modello era ormai molto raro.

Sempre nel 2006 fu decisa l’importante partecipazione alla fiera di San Giuseppe, patrono della città di La Spezia, fu esposto il filobus Alfa Mille Casaro n. 238 del 1963, di proprietà di ATC.

Il successo della manifestazione fu tale che il consiglio direttivo decise di mantenere fisso l’appuntamento di San Giuseppe, che si tiene ogni mese di marzo.

L’entusiasmo cresce e negli anni successivi aumenta il numero degli iscritti e degli appuntamenti.

Diventano molteplici gli appuntamenti che ogni anno vengono organizzati da Associazione FITRAM in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono.

La manifestazione, all’inizio era prevalentemente statica, ma ben presto si iniziò ad utilizzare i veicoli sociali restaurati per gite storiche/turistiche nel golfo dei Poeti.

I servizi poi si allargarono, fino al servizio navetta da e per il porto turistico ed altri incarichi sempre a scopo turistico.

La struttura sociale cambia, da semplice associazione senza fini di lucro con uno statuto “chiuso” dove solo i soci fondatori potevano reggere le sorti del sodalizio, ad una associazione “aperta” dove l’assemblea dei soci poteva eleggere il Presidente, il Consiglio Direttivo ed una struttura organizzativa ed amministrativa.

La scelta fu sensata, perchè ben presto l’associazione fu riconosciuta dalla Regione Liguria come ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) ed iscritta nel registro regionale delle associazioni culturali.

Questo in vista del successivo passaggio, ad una associazione di promozione turistico- sociale, iter già attivato proprio con la Regione Liguria.

Non solo, nel 2011 il Presidente e molti soci apportano significativi cambiamenti.

Si sancisce come primo punto l’importanza dell’apertura delle sedi in alcune città italiane, con la nomina di La Spezia come sede nazionale; la sede spezzina conterrà una collezione storica di autobus funzionanti ed in grado di circolare per raduni, eventi, manifestazioni, oltre che per rievocazioni storiche; lo stesso museo avrà inoltre a disposizione veicoli a trazione elettrica e materiale di pregio, sia come documenti che come reperti storici, della città di La Spezia ma anche di altre città.

Le sedi territoriali, invece, ospiteranno i musei dei trasporti locali dove sarà posta più attenzione all’origine ed alla storia dei trasporti locali; gli stessi musei potranno ospitare veicoli funzionanti e circolanti propri del territorio che li ospita.

Come secondo punto si decide la trasformazione in associazione di promozione turistico-sociale.

Come terzo punto, la creazione di un Museo del Trasporto e del Parco Museo, sempre nella città di La Spezia.

Nel marzo 2012, sempre in occasione dell’evento di San Giuseppe, in piazza Europa si svolge un raduno di quasi tutte le tipologie dei mezzi su gomma esistenti: auto, moto, camion, autobus, macchine agricole e veicoli militari storici.

La manifestazione si rivelerà un successo e conferma le capacità organizzative di Associazione FITRAM sia per la gestione di eventi di grossa portata che nella gestione di veicoli storici.

Nel 2013 diviene operativa la sede operativa di Imperia e l’evento di San Giuseppe  diviene l’appuntamento annuale fisso per i sempre più numerosi soci.

Oltre alla visita al parco veicoli, non mancano escursioni a bordo dei mezzi sia in città che negli affascinanti paesi della provincia spezzina.

Nel settembre 2015 Associazione FITRAM organizza nella splendida cornice del Centro Salvador Allende di La Spezia, il primo convegno “Il filobus e le città”, suddiviso in due giornate, la prima tecnica e la seconda storica, con interventi del sindaco della città, del presidente ATC e di numerosi esperti del settore.

Nuove acquisizioni si susseguono ed il 2016 vede importanti appuntamenti.

Il 19 marzo l’associazione riceve l’ambitissimo premio ASI per aver organizzato un importante manifestazione a La Spezia.

A settembre Associazione FITRAM partecipa a Torino alle manifestazioni ASI per il cinquantesimo della costituzione, ed all’Hobby Model Expo, importante manifestazione che si tiene ogni anno a Novegro (MI).